cafe racer culture blog

Honda Cb 500 ” Special Scrambler- Francesco C.


Questa special scrambler, su base Honda Cb 500, prodotta nel 1996, nasce dall’idea di un designer, che è anche il proprietario. Prendere una moto non particolarmente accattivante e farla diventare arrogante e cattiva al punto giusto. Francesco “Paura” Curci, il proprietario, è un rapper apprezzato in tutta Italia, un appassionato di cucina ed un designer affermato. Lavora come designer nell’industria musicale, ed ha firmato le copertine di artisti del calibro di Mario Biondi, Giusy Ferreri, Rocco Hunt, Neffa e tanti altri ( portfolio : www.francescocurci.com ). Oltre a queste passioni, e lavori, ama il mondo delle due ruote. Da tempo ragionava sul tipo di moto, da personalizzare, che potesse soddisfare le sue esigenze. L’estetica delle scrambler, delle regolarità e delle naked anni 70 e 80 lo affascina da sempre, ma per la sua moto cercava qualcosa di più leggero ed agile delle classiche. Oltretutto il mercato delle moto anni 90, in Italia, è più conveniente, in termini economici, di quello dei precedenti decenni. Tra le varie moto usate che ha provato, la piccola CB 500, lo ha conquistato al primo giro. Facile da guidare, divertente ed intuitiva. Documentandosi, poi, ha scoperto che il motore e la ciclistica di questa bicilindrica sono un piccolo gioiello ingegneristico. Affidabile, di facile manutenzione, grintoso dove serve ed anche parco nei consumi. La moto era stata scelta, ora toccava studiare, per capire gli interventi da apportare, e rientrare nel budget prefissato. Una vecchia conoscenze di Francesco lavora proprio nel campo della customizzazione (Angelo Caliendo / Officina Low Special Parts), ed anche se è specializzato in americane di grossa cilindrata, approva a pieno il progetto, e si dimostra entusiasta di lavorarci. Angelo è un ex garagista, da alcuni anni pro, ed ha anche vinto varie gare di customizzazione, oltre a vedere sue creazioni pubblicate su riviste di settore. Parte dei pezzi sostituiti sono aftermarket, ma molto materiale è stato realizzato completamente da zero. Puro artigianato. La struttura della sella nella parte anteriore è stata ricavata dalla sella originale, mentre la posteriore è stata costruita in lamiera e plexiglass, per ospitare anche il fanale posteriore incastonato. L’estetica della sella e la parte in pelle sono state completamente disegnate da Francesco, sia nella forma che nelle cuciture, e poi realizzata da un artigiano tappezziere. La mascherina porta numero anteriore è stata sagomata da una lastra di dibond, sempre su disegno originale, per poi essere piegata, verniciata ed agganciata al faro. Per il copriradiatore invece è stata usata una rete di alluminio a maglia stretta e della lamiera, su progetto di Angelo. Per i fianchetti hanno preferito mantenere gli originali, perché abbracciavano perfettamente il telaio e le linee del serbatoio e della sella. Cerchi, motore, forcella ed altri pezzi sono diventati neri, con finitura opaca. Solo il serbatoio e stato verniciato grigio canna di fucile con finitura lucida. Quasi a voler renderlo ancora più massiccio rispetto al resto del progetto. Ora la piccola CB 500 è un incrocio tra un panzer, una moto da regolarità, ed un mezzo post-atomico. Al proprietario piace molto. A voi?

 

IIMG_6769 IMG_6770 IMG_6776 IMG_6781 IMG_6788 IMG_6792 IMG_6793 quadratoprimaedopo

SHARING facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
1